Blog

Sensoworks / Città Circolare  / Waste management: facciamo il punto

Waste management: facciamo il punto

Il Waste Management assume sempre più un fattore critico delle moderne Smart City, sempre più popolate e sempre più connesse.

Sensoworks, ha progettato una soluzione ad hoc per il waste management che di fatto è sempre più l’elemento cardine delle moderne Smart City al fine di renderle più vivibili e più sostenibili. Scopriamo nel dettaglio la soluzione multi-sensore capace di accrescere la consapevolezza dei cittadini e, nel contempo, di monitorare i contenitori dell’immondizia, il loro stato e la loro manutenzione e la gestione delle flotte dei camion adibiti allo smaltimento.

Pochi mesi fa abbiamo effettuato un’analisi delle opportunità e criticità del PNRR riguardo al settore del WASTE MANAGEMENT: un comparto con un giro d’affari di 14 miliardi di euro all’anno (0,8% del PIL) e 95 mila occupati, fondamentale all’interno di qualsiasi progetto Smart City.

“Più che un problema di risorse, infatti, in Italia abbiamo un problema di procedure”, sottolineava il nostro CEO Niccolò De Carlo, aggiungendo che “dall’affidamento dei lavori alla loro ultimazione occorrono mediamente 6 anni e se poi si computano anche le fase di programmazione e la fase decisionale, la durata complessiva si allunga ulteriormente”.

Un tempo di implementazione decisamente troppo lungo, rispetto al quale attendiamo ancora un’adeguata risposta regolamentativa.

Nel mentre Sensoworks ha sviluppato la sua soluzione innovativa per il waste management che unisce le peculiarità della sua piattaforma proprietaria, appositamente tarata e ridisegnata ad hoc, a un multi-sensore da inserire nei contenitori dell’immondizia e nei mezzi di raccolta che, mediante misuratori di peso, di pH, di gas ed altri sensori, includendo anche un accelerometro, è in grado di misurare e comunicare in tempo reale la percentuale di riempimento, il peso raccolto, la temperatura, il cambiamento di inclinazione, l’eventuale scoppio di un incendio, un impatto a causa di un’ipotetica collisione.

Scopriamo insieme nel dettaglio la proposta di Sensowork per il Waste Management: quali problematiche affronta, come li risolve e quali sono i benefici rivoluzionari che apporta al sistema di gestione dei rifiuti.

Il waste management si scontra quotidianamente con almeno cinque tipologie di problemi:

  1. Ritiri non programmati sulla base delle necessità effettive;
  2. Inefficienza dei percorsi di ritiro;
  3. Contenitori non sempre funzionanti e operativi;
  4. Manutenzione dei bidoni non automatica;
  5. Calcolo delle necessità locali non basate su dati reali ed aggiornati al periodo (es. estate/inverno) o ai trend (fiera annuale/weekend).

Attualmente esistono, in linea di massima, quattro tipologie di soluzioni:

  1. Aumento degli strumenti di conferimento nelle zone più a rischio;
  2. Manutenzione straordinaria di mezzi e strumenti a seconda delle priorità del momento;
  3. Mappa delle attività sulla base di necessità raccolte nel tempo;
  4. Calcolo di percorsi per area/quartiere, sino ad esaurimento della zona.

Ma questo tipo di soluzioni spesso non apportano benefici concreti. È qui che interviene Sensoworks.

La soluzione multi-sensore, attualmente in fase di prototipazione finale, implementa in primis  il concetto di “gamification” nello smaltimento del rifiuto, stimolando concretamente la consapevolezza dei cittadini.

Offre poi una serie di soluzioni iper tecnologiche al gestore:

  1. Reminder dedicati ai passaggi straordinari
  2. Reward immediata al conferimento e alla segnalazione di eventuali problemi;
  3. Sensori all’interno dei bidoni (applicabili immediatamente senza sostituzione dei bidoni stessi);
  4. Sensori sui camion di ritiro (applicabili sul parco attivo, anche in presenza di diverse tipologie e generazioni di mezzi)
  5. Intelligenza artificiale per il calcolo delle necessità;
  6. Calcolo dei percorsi ottimali;

Segnalazione dei passaggi da compiere e dei bidoni da svuotare tramite sensoristica.

Una rivoluzione a tutti gli effetti, seguita da una serie di benefici concreti:

  1. Riduzione dei costi per la gestione del rifiuto cittadino (personale, mezzi, carburante e strumenti di raccolta);
  2. Riduzione dei tempi del processo (l’attività viene svolta immediatamente e solo nei punti che effettivamente ne necessitano);
  3. Aumento efficienza della differenziata (numero e qualità dei bidoni decisa in base a dati reali);
  4. Miglioramento della qualità del servizio (monitoraggio in tempo reale di malfunzionamenti, danneggiamenti, etc).

La soluzione di Sensoworks per il Waste Management è operativa in partnership con una delle principali multiutility italiane attiva nella gestione e sviluppo di reti e servizi relativi all’acqua, all’energia ed all’ambiente. 

Rimanete sintonizzati sui nostri canali social per non perdere i prossimi aggiornamenti. Contattate la nostra Eleonora – Head of Sales – per ricevere la brochure “Smart City: strategie e servizi per la città del futuro” e saperne di più su come iniziare ad integrare e monitorare i tuoi servizi di smart city.